Nel 2018 si sono completati i lavori di realizzazione delle opere di urbanizzazione a servizio dell’unità di attuazione n. 2 nell’ambito del Comparto Ex Mercato Bestiame nel Capoluogo del comune di Modena

Ingegneri Riuniti hanno seguito la progettazione e la direzione dei lavori delle opere, comprendenti la realizzazione di:

  • Carreggiate stradali, parcheggi pubblici, percorsi pedonali

  • Opere a verde per aiuole, piantumazioni e rete di irrigazione

  • Impianto di illuminazione pubblica,

  • Fognatura per lo smaltimento delle acque bianche e acque nere,

  • Reti idriche e gas metano

  • Rete e cabina di distribuzione elettrica,

  • Reti telefoniche e telematiche.

 

L’area dell’intero comparto è localizzata nel centro urbano di Modena ed è delimitata a Sud dalla Strada Nazionale Canaletto, a Ovest da via Soratore, a Est da via del Mercato.

Le aree di urbanizzazione di pertinenza dell’Unità di attuazione n 1 consistevano sostanzialmente in un tratto dell’asse stradale di distribuzione parallelo a Via Soratore, in due assi stradali di collegamento fra l’asse di distribuzione e l’anello stradale che circonderà il Campolungo e di un corto asse stradale che all’estremità Sud dell’Unità di attuazione fronteggerà la Nuova Scuola Marconi già edificata.

 

Le strade di distribuzione interna realizzate (Via Borellini), presentano una sezione con due corsie veicolari di mt. 3,00 ciascuna, due fasce di parcheggi a pettine di mt. 5,00 ciascuna, due fasce verdi in fregio ai parcheggi di larghezza 2,125m ciascuna (larghezza di frazionamento complessiva pari a 20,25 m); fra le fasce verdi e gli edifici resta un’area privata che non sarà oggetto di cessione sulla quale i lottizzanti sono o saranno realizzati due marciapiedi di mt. 2,50 ciascuno.

 

Spazi veicolari e percorsi pedonali sono caratterizzati da differenti modalità di pavimentazione, in modo da garantire la prevalenza dell’uso pedonale; nelle zone di raccordo delle pavimentazioni dove i percorsi pedonali intersecano le zone carrabili è stata garantita l’eliminazione delle barriere architettoniche creando rampe di adeguata pendenza.

 

Di rilevante pregio i materiali utilizzati:

  • superfici degli spazi veicolari, carreggiate e parcheggi, con pavimentazioni in cubetti di porfido marrone con faccia vista a piano naturale di cava e facce laterali a spacco, posati secondo la geometria ad archi contrastanti e sigillatura mediante colata di impasto a base di resine pure nelle fughe con sistema tipo "Flexyfuga" adatta per strade con traffico pesante.

  • segnature nella pavimentazione stradale, delimitazioni posti auto e simili, in lastre di pietra d'istria colore bianco naturale, con faccia a vista a piano naturale di cava, ,

  • cordonature di contenimento dei dislivelli nelle pavimentazioni, con cordoni in granito di spessore 12 cm alt 25 cm testa e costa vista bocciardate,

  • superfici degli spazi ciclopedonali, con pavimentazioni in piastrelle di porfido camparta a coste tranciate di larghezza 20 cm lunghezza a correre, spessore 3/6 cm con faccia a vista a piano naturale di cava, coste a spacco ortogonali al piano, sigillatura degli interstizi eseguita con boiacca di cemento e sabbia.

  • attraversamenti ciclopedonali per la moderazione dei movimenti veicolari, con rialzo al piano dei marciapiedi, in cubetti di porfido rosso,

  • elementi di interfaccia degli impianti sottosuolo, in fusioni di ghisa,

  • dissuasori posti a delimitazione dei percorsi ciclopedonali in affaccio alle strade, rastrelliere portabiciclette in corrispondenza dei negozi e cestini portarifiuti realizzati in fusione di ghisa e d’acciaio.

 

Scheda sintetica

Anno: 2010-2018

Luogo: Modena (MO)

Committente: ABITCOOP Soc. Coop – UNIONCASA Soc. Coop